Forme d'incoscienza
Qui nel perimetro non ci sono stelle … siamo strafatti … immacolati

L’attimo dell’uno February 1, 2010

… e perché’ in un attimo siam tutto e nulla
assuefatti dal mare di un’incerta vita,
esseri umili
contornati da folli allegorie.
Come quando il se usci’ di casa,
tutti siamo in cerca del nascosto
e la coscienza ne e’ degna rivale.

Eppure, c’e’ stato un tempo
in cui tutti eravamo l’uno.

Ciao R.
ti vedo.

Comments (0)

Se solo potessi sparire October 26, 2009

Anime vaganti per questa terra
cercan la disperata follia,
sole, malinconiche,
sbranano il dissennato come fosse cacciagione.

Il suo cuore volli scoprire,
tentai di persuadere un animo gentile
che tutto avea bisogno fuorche’ del lesto imbrunire.

Se solo potessi sparire,
potrei punir il fresco, l’asciutto
l’aspro deterrente di una vita permea di logica ed irrazionalita’.

L’intreccio della vita dona incertezza a chi compie scelte
regala gioia a chi giova delle proprie virtu’
nega felicita’ ai poveri disonesti.

Comments (0)
Categories: hardware lockups

Weird mood… September 2, 2009

Ed eccoci volare,
spiccare il volo nel cielo della nostra mente,
cercando un fievole contesto
che rinfreschi la gioia del possedere.
Mai piu’ colline adorne di pazzia.

Mood: Adoro Yann Tiersen
Meaning: Go figure

Comments (0)
Categories: Deliri

Ovunque voi siate August 25, 2009

Vi e’ un sottile strato di separazione tra follia e casualita’, eventi _fortuiti_ accompagnano la nostra vita finche’ un giorno qualcosa _accade_. Quel giorno, vite si spezzano, persone soffrono, bimbi ridono estranei ad avvenimenti ai quali mai vorrebbero assistere nella propria vita. La memoria gioca brutti scherzi, lo sanno coloro che crescono con il senno del poi. Tutto va bene finche’ qualcosa non _accade_, tutto va male finche’ qualcosa non _accade_, siamo saturi di _casualita’_ al punto da avere un vocabolario contornato dalla _fortuna_. Non vi e’ _controllo_ su di _una vespa che punge iniettando del veleno letale per il ferito_, eppure _succede_ e/o _accade_, qual dir si voglia. Questione di un attimo e questo mondo smette _forse_ di essere il tuo, un attimo nel quale non si ha neanche il tempo per biasimare il non fatto, il perso. Un attimo nel quale un bimbo non ha neanche la forza di completare un suo possibile sorriso.

Chi decide cosa e’ giusto o sbagliato? Chi decide la fine? E se nessuno lo fa vi e’ libero arbitrio? O come dice una certa persona trattasi di una realta’ illusoria? Illusione o meno gli eventi ci sono. Nel momento in cui mi decido ad approfondire la _casualita’_, eccola presentarsi alla mia porta con un biglietto da visita dimensiona umana.

Tanta incomprensione, non son ancora riuscito a spiegare la casualita’ in termini simil-razionali, ma un giorno lo faro’. Nel frattempo, ovunque voi siate, vi auguro tutto cio’ che questa vita non e’ riuscita a darvi.

Comments (0)
Categories: Deliri

Ritorno a casa August 24, 2009

Comments (0)
Categories: soft lockups Trip(s)

E’ probabile … July 10, 2009

che io stia finalmente per impazzire. “Fuga dagli schemi” risuona nella mia mente, senza una vera e propria correlazione verso quelli che possono essere descritti come attimi di vita (non) vissuta. Eppure eccomi qui di nuovo a narrare le follie di un inguaribile pazzo che sta forse raggiungendo lo stadio in cui determina l’impossibilita’ di raffrontarsi con quella che e’ la realta’ del nostro mondo. Fin qui nulla di nuovo, tutti o la maggior parte delle persone che io conosco non condividono questo mondo, il problema risiede nel “I give up”. Queste persone che conosco vanno avanti, e’ sempre la stessa cazzo di retorica, se molli sei un coglione. Miti e leggende sorreggono il soggetto laddove la religione non puo’ nulla, lo trasportano con i propri aforismi. In qualche modo bisogna trovare la forza, ma e’ proprio quando viene a mancare la voglia di trovare la forza che il problema sorge .. Viviamo in un mondo in cui non funziona un cazzo eppure sembra tutto funzionare, punti di vista direbbe qualcuno.

Alcuni trovano il proprio io, altri la propria aspirazione, altri ancora la propria ragione di vita, tutti questi gruppi sono accumunati da un forte pretesto che li sorregga e mantenga viva la voglia di vivere e di andare avanti, anche se per certi versi l’andare avanti non viene visto …

Volendo arrivare al punto io non faccio parte di nessuno dei suddetti gruppi, non faccio parte di nessun gruppo, e’ da diverso tempo ormai che son diventato per certi versi apatico. Non mi va piu’ di fare un cazzo, a vedere la persona di oggi ed il ragazzino che un tempo viveva in me mi vien da chiedere, ma io chi cazzo sono? Sono davvero troppi anni che mi chiedo che cazzo ci sto a fare qui … Qual e’ lo scopo ed il senso del mio essere qui? Non voglio esser frainteso, il mio domandare parte da un principio molto semplice, ossia quello secondo il quale deve esserci un motivo se ad oggi ho questo nome e vivo con le sembianze del corpo che mi ritrovo, deve esserci una logica dietro il perche’ ad oggi io sono l’individuo che sono, ho affrontato le esperienze che ho affrontato, ho questo aspetto e sono qui a scrivere puttanate su un blog letto da quattro individui (nei tempi d’oro) piuttosto che stare fuori a divertirmi e godermi l’amata gioventu’.

Non ho piu’ voglia di vivere nel senso dell’impegnarsi, si proprio come scrive il Coelho, che qualcosa di buono in fondo ha scritto, occhio che ho detto qualcosa. Son nato e cresciuto con tante idee, chissa’ poi che fine ha fatto la persona che ero e secondo quale principio e’ stata rimpiazzata da una forse troppo diversa, forse troppo testarda, forse troppo lontana.

Comments (2)
Categories: hardware lockups

Cocorosie – West Side June 2, 2009

Semplice genialita’ ispirata da un forte senso di follia

Comments (0)
Categories: Deliri nerdaggine

Il circolo vizioso dell’illusionista April 21, 2009

Sembra come volare, il mare lievita sopra le nostre teste. Il desiderio si fa forte dinanzi la sconfitta, eppure il mondo non fa altro che salire rinascendo dalle proprie disgrazie. Anime scoraggiate affrontano la virilita’ dell’essere umano e disagiate scoprono il nefasto presagire di un vecchio malconcio. Storie di assoluta pazzia varcano la soglia della comprensione, l’uomo non puo’ distogliere l’attenzione dal male eterno che attanaglia la nascita.

Cosi’ in preda alla disperazione si tuffo’ come in uno spumoso mar, il suo corpo rimase paralizzato dall’accaduto. Sorpreso cerco’ invano di riprender conoscenza, il corpo non rispondeva mentre la sua mente continuava ininterrottamente ad impartire comandi dalla precisione millimetrica. “Eppure” esclamo’, “ci deve pur essere una spiegazione razionale…”

“Ma adesso siamo complici, la tua magia che muore, la mia magia che muore…”

Comments (0)
Categories: Deliri

Come tutte le piu’ belle cose … January 15, 2009

“Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior”

“Per chi viaggia in direzione ostinata e contraria col suo marchio speciale di speciale disperazione, chi tra il vomito dei respinti muove gli ultimi passi per consegnare alla morte una goccia di splendore, di umanità, di verità”

GRAZIE FABER

Comments (0)
Categories: hardware lockups

Odore di loto December 15, 2008

Inutile parlare di candore, si sa tanto che la felicita’ e’ un bene intenso e nascosto, che mai colmera’ le tasche del vagabondo. Il problema nasce nella speranza di una vita migliore.
Ci accingiamo verso quella che sembra essere la nostra evoluzione, la ricerca della ragione continua imperterrita ad affievolire, leggiadra, gli animi irrequieti.
Cosi’, all’occasione, tutto viene perso … Il vento, amante della follia, soffia imperterrito affinche’ il cuore del vagabondo si scaldi fino a diventare una valvola di pietra. La ragione, amante della sovranita’, s’impadronisce della carcassa rendendola nuda di fronte chi ancora non ha subito variazioni. Il tutto amalgato all’interno delle proprie vite, tutto muta e si trasforma, ma non sempre gli stessi principi spingono lo spirito verso il luogo del non ritorno.

Confrontando gli sguardi e’ possibile scrutare animi incerti, animi nella disperata ricerca del qualcosa che tutto rende inerme. Nel cammino sembra di esser coscienti, sembra di decidere …
Nel cammino a volte vi e’ gioia, altre vi e’ dolore …

Chi ha mai visto la morte?
E’ il dolce risveglio in una calda mattina di primavera.
Il come, e’ il prezzo da pagare.

Comments (0)
Categories: Deliri