Forme d'incoscienza
Qui nel perimetro non ci sono stelle … siamo strafatti … immacolati

Ovunque voi siate August 25, 2009

Vi e’ un sottile strato di separazione tra follia e casualita’, eventi _fortuiti_ accompagnano la nostra vita finche’ un giorno qualcosa _accade_. Quel giorno, vite si spezzano, persone soffrono, bimbi ridono estranei ad avvenimenti ai quali mai vorrebbero assistere nella propria vita. La memoria gioca brutti scherzi, lo sanno coloro che crescono con il senno del poi. Tutto va bene finche’ qualcosa non _accade_, tutto va male finche’ qualcosa non _accade_, siamo saturi di _casualita’_ al punto da avere un vocabolario contornato dalla _fortuna_. Non vi e’ _controllo_ su di _una vespa che punge iniettando del veleno letale per il ferito_, eppure _succede_ e/o _accade_, qual dir si voglia. Questione di un attimo e questo mondo smette _forse_ di essere il tuo, un attimo nel quale non si ha neanche il tempo per biasimare il non fatto, il perso. Un attimo nel quale un bimbo non ha neanche la forza di completare un suo possibile sorriso.

Chi decide cosa e’ giusto o sbagliato? Chi decide la fine? E se nessuno lo fa vi e’ libero arbitrio? O come dice una certa persona trattasi di una realta’ illusoria? Illusione o meno gli eventi ci sono. Nel momento in cui mi decido ad approfondire la _casualita’_, eccola presentarsi alla mia porta con un biglietto da visita dimensiona umana.

Tanta incomprensione, non son ancora riuscito a spiegare la casualita’ in termini simil-razionali, ma un giorno lo faro’. Nel frattempo, ovunque voi siate, vi auguro tutto cio’ che questa vita non e’ riuscita a darvi.


Categories: Deliri

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>